Torna alla lista

#349 Giugno – Agosto 2020

Questo numero speciale concepito durante l’emergenza sanitaria COVID-19 – la cui copertina è dedicata all'artista americano Josh Kline – riflette l'idea di un "presente estremo" che guarda verso un futuro radicale e non lineare. La pubblicazione intitolata “2031” riflette un'urgenza di visioni diverse, possibili immaginazioni, utopie realizzabili, scenari comuni, di un nuovo ruolo articolato per l'arte e la cultura contemporanee. Leggi tutto

€8
[50]
#349 Giugno – Agosto 2020
#349 Giugno – Agosto 2020
#349 Giugno – Agosto 2020
#349 Giugno – Agosto 2020
#349 Giugno – Agosto 2020
#349 Giugno – Agosto 2020
#349 Giugno – Agosto 2020
#349 Giugno – Agosto 2020

Questo numero speciale concepito durante l’emergenza sanitaria COVID-19 – la cui copertina è dedicata all'artista americano Josh Kline – riflette l'idea di un "presente estremo" che guarda verso un futuro radicale e non lineare. La pubblicazione intitolata “2031” riflette un'urgenza di visioni diverse, possibili immaginazioni, utopie realizzabili, scenari comuni, di un nuovo ruolo articolato per l'arte e la cultura contemporanee.

In questo numero: Lettera degli Editori ◯ "SCOLIO. Ogni cosa ci sopravviverà, tranne noi" Nuova rubrica di Leonardo Caffo ◯ Io. Voi. Noi. Loro di Shumon Basar, Douglas Coupland e Hans Ulrich Obrist ◯ Cover Story: Futuri Radicali. Una conversazione con l'artista Josh Kline ◯ "Astrologia del futuro" testo di Emanuele Coccia ◯ Smentire la storiografia. Stefano Boeri in conversazione con Gea Politi e Cristiano Seganfreddo ◯ Il cinema animistico. Formafantasma in conversazione con Teresa Castro ◯ Circling "The Square": Arte e disuguaglianza, prese sul serio di Pier Luigi Sacco ◯ Esercizi per un Intercalare Oceanico. Produzione collettiva di conoscenza per la presentazione degli Oceani: TBA21-Academy di Angela Rui ◯ La censura del nostro corpo pubblico. di Maria Luisa Frisa ◯ L'indicibile fortuna dell'essere donna. Maria Grazia Chiuri in conversazione con Maria Luisa Frisa ◯ Un FaceTime fra parole e cose. In dialogo con Alessandro Michele. di Mariuccia Casadio