Torna alla lista

#350 AUTUNNO 2020

Per la suo 350mo numero, Flash Art si reinventa. A partire da questo numero la pubblicazione diventa stagionale, raddoppia la foliazione e i contenuti per offrire un’esperienza articolata e mai omologata, sempre innovativa. Un nuovo logo guida questo cambiamento: un ritorno apparente all’immaginario visivo del magazine, rivisto e riattualizzato. 
Alfredo Aceto è l'artista a cui è dedicata la cover di questa edizione, che rispolvera il dinamismo e le ibridazioni dei linguaggi sulle arti contemporanee che da sempre connotano la rivista, ripartendo da uno dei temi che più ne ha permeato i passaggi e le fasi: il processo curatoriale, la mostra come momento di riflessione e rivelazione, l’interrogarsi sulle infinite (forse) possibilità aperte della stessa. Leggi tutto

€10
[50]
[70]
[70]
[70]
[70]
[70]
[70]
[70]

Per la suo 350mo numero, Flash Art si reinventa. A partire da questo numero la pubblicazione diventa stagionale, raddoppia la foliazione e i contenuti per offrire un’esperienza articolata e mai omologata, sempre innovativa. Un nuovo logo guida questo cambiamento: un ritorno apparente all’immaginario visivo del magazine, rivisto e riattualizzato. 
Alfredo Aceto è l'artista a cui è dedicata la cover di questa edizione, che rispolvera il dinamismo e le ibridazioni dei linguaggi sulle arti contemporanee che da sempre connotano la rivista, ripartendo da uno dei temi che più ne ha permeato i passaggi e le fasi: il processo curatoriale, la mostra come momento di riflessione e rivelazione, l’interrogarsi sulle infinite (forse) possibilità aperte della stessa.



In questo numero: Un dossier approfondito su Germano Celant, una ricognizione delle pratiche di o Francesco Gennari e Alessandro Di Pietro, inoltre un ampio dossier sulla pratica di Philippe ParrenoLiliane Lijn, Ian Wilson, Yona Friedman e una ristampa parziale del numero “Speciale documenta V” del 1972, dall'archivio di Flash Art, e molto altro.