Torna alla lista

Giampiero Cane/Daniela Cattivelli "Postfantamusicologia": nuovo disco di Xong Collection– dischi d’artista (Xing)

Xing presenta il disco di Giampiero Cane e Daniela CattivelliPostfantamusicologia, per Xong collection – dischi d’artista. L’uscita è una collector’s edition su vinile bianco in edizione limitata di 30 copie, numerata e firmata. L’immagine della cover è un collage di Giampiero Cane (aka J. Peter Hund) del 2007.

Ascolta qui in anteprima

Leggi tutto

€70
[70]
[70]
[70]

Xing presenta il disco di Giampiero Cane e Daniela CattivelliPostfantamusicologia, per Xong collection – dischi d’artista. L’uscita è una collector’s edition su vinile bianco in edizione limitata di 30 copie, numerata e firmata. L’immagine della cover è un collage di Giampiero Cane (aka J. Peter Hund) del 2007.

Ascolta qui in anteprima

Postfantamusicologia è una creazione sonora basata su testi e voce di Giampiero Cane, da lui stesso performati e manipolati dalla compositrice Daniela Cattivelli, che li ha proiettati elettronicamente in un flusso caotico. L’accompagna un remix in cui la voce contraffatta si mimetizza tra fanfare sintetiche e effetti doppler, come nelle criptazioni del SIGSALY, il sistema vocale sicuro utilizzato nella seconda guerra mondiale per le comunicazioni di livello più alto. Il disco è uno special dedicato alla figura eccentrica di Cane: musicologo, docente, giornalista, scrittore e sportivo, a cui piace stare dalla parte del torto. Sebbene si renda conto dell'impossibilità della cosa (dovrebbe dar torto a chi gli dà ragione e così via), visto che singolarmente non potrebbe venirne a capo, ha risolto provvisoriamente il problema partecipando alla minoranza.

Giampiero Cane (1937), critico musicale e scrittore, ha insegnato Musica moderna e contemporanea e Civiltà musicale afro americana al DAMS dell’Università di Bologna per un ventennio, ha lavorato per la RAI tv e radio, e ha scritto dagli anni '60 per quotidiani e riviste fra le quali Il Manifesto e Alias. E’ autore di diversi libri, tra i quali Sade, Rossini, Leopardi. Tre deformazioni dolorose; Canto nero. Il free jazz degli anni Sessanta; Duke Ellington. Dalla White house a Dio; Monkcage. Il Novecento musicale americano; Con-fusa-mente il Novecento; D’unghie ed altro.

Daniela Cattivelli (1966) è sound artist, compositrice di musica elettroacustica, performer, con base a Bologna. Nei suoi lavori esplora le molteplici sfaccettature della dimensione sonica approfondendo aspetti relativi alla fisica del suono, la progettazione di dispositivi d’ascolto non convenzionali, l’indagine attorno a ‘contesti sonori’, ovvero ambiti in cui il fatto musicale è strettamente allacciato ad una pratica o ambiente culturale. Ha realizzato sound performance, installazioni sonore, live-set audio-video e live electronics per prestigiosi contesti in Italia e all’estero.